Le Isole Egadi

Un arcipelago nel cuore del mediterraneo

Per i greci questi antichi "scogli" rappresentavano i confini del mondo conosciuto. Per i Fenici ed i Cartaginesi, furono importanti basi commerciali. I Romani ne fecero il loro baluardo difensivo contro le armate di Amilcare e Annibale Barca. E così via, passando dagli Arabi, i Normanni e gli Spagnoli, le cui tracce si trovano ancora oggi nei cognomi degli abitanti.

Le isole Egadi, oggi come allora, disegnano il profilo dell´orizzonte al largo di Trapani, ultimo lembo di Sicilia prima dell´infinito Mediterraneo. A pochissime miglia dalla città di Trapani e facilmente raggiungibile in aliscafo o in barca ( in meno di trenta minuti di navigazione si raggiunge Levanzo ), l´arcipelago delle Egadi regala suggestioni indimenticabili. Le tre isole più grandi presentano scorci incantevoli e mantengono immutato il fascino antico del piccolo borgo di pescatori.
La prima, la più grande, con la sua vaga forma di farfalla, è Favignana, che gli antichi dicevano Favonia. L´isola è un microcosmo da scoprire, con gli antichi stabilimenti della Tonnara Florio, la remota fortezza di Santa Caterina, la piazza Madrice che pulsa della vita quotidiana degli isolani e s´anima di sera delle passeggiate degli ospiti. E ancora le vecchie cave di tufo e le cale bagnate d´acqua turchina e trasparente - come le bellissime Cala Rossa e Cala Azzurra. Appena un po´ più in là, ecco Levanzo, la più piccola delle tre nonché la più vicina al porto di Trapani, con le sue case candide accoccolate sul porto colmo di placidi gozzi colorati. Levanzo, ovvero un fazzoletto di terra che custodisce alcune fra le più antiche testimonianze della presenza umana in Sicilia: le figure rupestri d´uomini e animali che, dipinte e graffite sulle pareti della Grotta del Genovese, ci rimandano al Mesolitico, ai suoi riti oscuri, alla sua vita selvatica e misteriosa. Marettimo, la più lontana e anche la più alta e rocciosa è un´isola silenziosa e quieta, dove le giornate trascorrono al mare o passeggiando lungo i sentieri orlati da vegetazione prorompente. Per la purezza ed i colori del suo mare è stata definita nelle più importanti guide turistiche internazionali "la Perla del Mediterraneo". Così come Levanzo, è l´ideale per gli amanti delle immersioni, rese avventurose dalla varietà dei fondali e della costa sforacchiata da centinaia di grotte.